Ciao,

l’articolo di oggi doveva essere dedicato agli stili cognitivi,ma il terremoto avvenuto in Abruzzo avvenuto la scorsanotte alle 3.32 ha un’assoluta priorità.

Il primo appello che voglio fare a te che mi leggi è didonare il tuo sangue. E’ di ieri l’appello del MinistroMaroni…perchè manca il sangue negli ospedali delloAbruzzo. Per maggiori notizie vai sul sito dellaCroce Rossa Italiana.

Forse ti starai chiedendo che cosa può fare un blog dedicatoalla psicologia e allo sviluppo personale per aiutare lepersone che la scorsa notte si sono viste crollare la casa,il negozio e hanno perso i loro cari….

Forse poco adesso…ma sicuramente potrà essere di aiutopiù avanti, quando inizieranno a presentarsi i sintomi daPTSD o disturbo post traumatico da stress. Chetu ci creda o meno (so che fra gli appassionati di sviluppopersonale si aggirano strane convinzioni) questi sintomiesistono davvero…e chi “soffre” di Attacchi di Panicolo sa bene…

La psicotraumatologia ha fatto passi da gigante ed esistonomolte metodologie per aiutare le persone che hanno subitoun grave trauma…nonostante questo non esistono tecnicheufficiali di “auto-aiuto” dallo PTSD.

E allora entrano in gioco tutte quelle tecniche che sono alconfine ma che nella mia modesta esperienza clinicapossono aiutare davvero…almeno per migliorare i sintomipiù immediati che possono essere davvero invalidanti.

Visto che il blog ha la sua piccola visibilità, spero che questasemplice descrizione possa aiutare te e chi ti sta accanto…ad alleviare “la paura”. E’ inutile che ti stia a raccontaretutti i sintomi di PTSD…ma se: hai difficoltà a dormire…sei costantemente in ansia…e hai paura… questasemplice tecnica può aiutarti.

La tecnica è l’EFT Emotional Freedom Tequinquesche può essere applicata facilmente su te stesso o sualtre persone. Prima di vedere come “si fa”…ci tengo asottolineare che questa tecnica va applicata solo nei casi”gravi”…e che non sostituisce cure medicheo psicoterapiche.

L’EFT è una specie di agopuntura psicologica dove si”picchiettano” dei punti del corpo. Indipendentementedal fatto che tu ci “creda o meno” la tecnica funziona,guarda il VIDEO  per scoprire “come”:

Ecco un veloce riassunto su “come fare l’eft”:

1) Chiedi alla persona di valutare l’emozione negativasu una scala da 1 a 10;

2) Set-up: massaggiare due punti che si trovano tra laclavicola e le spalle. Oppure il punto della mano cheuseresti se volessi rompere delle tavolette in stileKarate con la mano a taglio.

3) Mentre si fa il set-up si consiglia di dire una frase,che puoi sentire in dettaglio nel video. Nella miaesperienza, le frasi possono tranquillamente nonesserci.

4) Si picchiettano una serie di punti che si trovanosul viso e, in parte sul corpo. Anche qui ci sarebbe unapiccola frase da ripetere…ma nuovamente nella miaesperienza non è necessario. La cosa più importanteè “restare concentrato sulla emozione”.

5) Mentre si picchietta un punto (gammut) fra ilmignolo e l’anulare nella parte esterna della mano…si chiudono e si aprono gli occhi. Occhi in basso adestra poi a sinistra.

6) Si continua facendo roteare gli occhi, come sefossero lancette di un orologio. A destra e a sinistra.Si canticchia una canzone e si fa un piccolo conteggio.(queste cose strane servono per equilibrare gliemisferi).

7) Ripeti il giro: ricordando la cosa più importantedi tenere il pensiero fisso sulla “emozione traumatica”.Valuta nuovamente da 1 a 10…e continua sino a quandola valutazione non è scesa a zero.

Se mi segui sai che non amo moltissimo l’EFT, perchècredo che esistano cose molto più efficaci…e anche perchèil mio “spirito scientifico” mi ha posto molte volte dubbie incertezze. Ma per l’emergenza terremoto sonocerto che ti possa essere utile.

Sono certo che questo post possa dare un primo aiutoa chi ha subito gravi traumi emotivi durante questatremenda tragedia… fammi sapere che cosa ne pensie continua a seguirmi

A prestoGenna

Ps. Un’altra tecnica veloce ed efficace è la dissociazionevisivo kinestesica della PNL…ma questa non ècosì semplice e immediata come l’EFT…