Ciao,

hai paura di invecchiare? e chi no 😉 oggi più che mai si correai ripari contro l’invecchiamento, dalla chirurgia plastica allemigliaia di “medicine” che servono per ritardare gli effettidell’invecchiamento. Tutto ciò è più che plausibile visto checosa ci accade da anziani per quanto riguarda i malesserifisici, ma oggi è ancora peggio… perché gli anziani non sonoaffatto stimati e vengono visti come “un peso”…in molti casi.Un tempo invece gli anziani erano visti come i portatori disaggezza… erano i saggi che raccontavano ed insegnavano a “vivere” ai più giovani.

Qualcosa del genere vige ancora in alcune culture ed inalcuni ambienti… ti basti pensare alla politica dove perricoprire le massime cariche è necessario avere una certaetà. Aldilà delle riflessioni sul nostro povero Paese ;))) èbello sapere che una recente ricerca ha dimostrato chedopo i 60 anni si raggiunge una superiore intelligenzaemotiva… e se sai di cosa si tratta…sai anche che èl’intelligenza più importante da possedere-

La ricerca è stata effettuata dalla Università di Berkeleye pubblicata su “Psychology and Aging“. I ricercatorihanno studiato 144 adulti (in salute) mostrandogli alcunifilmati e registrando le loro reazioni fisiologiche. Questogli ha permesso di notare che i sessantenni erano quelliche avevano reazioni più equilibrate… e non solo hannoanche una migliore capacità obiettiva (quando dovevanovalutare alcune scene truci…stile grande fratello ;)) eriescono a cogliere di più gli aspetti positivi degli eventi.

Gli psicologi hanno osservato che gli anziani sono piùbravi nel curare e sostenere le persone… e hanno datola spiegazione di questo all’evoluzione. Ohhh SantoDarwin… quanto ti stimo 😉 In pratica la ricerca vuoleanche dimostrare come queste abilità non si sviluppinosolo attraverso l’esperienza… ma che esiste una sortadi programmazione genetica che ci fa diventare piùintelligenti emotivamente… dopo una certa età 🙂

E’ bello sapere che la natura ci ha dotato di questi”super poteri” in età avanzata, visto e considerato che,fino a pochi “anni fa” (qualche secolo) l’età media eramolto più bassa. Una buona notizia per chi si avvicinaa questa età… e sia per rivalutare quel patrimonio culturale di cui sono portatori i nostri anziani 🙂

Fammi sapere cosa ne pensi e se ti piace il mio blog,iscriviti ai miei feed rss oppure seguimi dal tuoaccount di facebook.

A prestoGenna