Ciao,

abbiamo parlato moltissime volte di ipnosi e, credo di essereriuscito a farti afferrare “che cosa è” e come funziona. Da pocotempo a questa parte a Gerusalemme nel “Hadassah MedicalSchool” della Hebrew University stnno facendo esperimentidavvero interessanti sul PTSD, o Stress da disturbopost-traumatico.

Lo psichiatra Pesach Lichtenberg hanno notato che spesso iricordi traumatici (e non solo) sono collegati agli odori.Infatti l’olfatto è uno dei pochi sensi che non ha afferenzetalamiche, è come se saltasse un pezzo di tragitto evitandoil “cervello nuovo” per andare direttamente a quellovecchio (quello emozionale).

Il PTSD con il quale hanno a che fare questi ricercatori èlegato ai traumi da guerra…chiaramente fra i peggiori inassoluto. Creando una nuova tecnica terapeutica chehanno battezzato “condizionamento olfattorio ipnotico”.Una tecnica di condizionamento che utilizza la tranceper potenziarne gli effetti.

Come ti ho raccontato più volte, l’ipnosi è una sorta diamplificatore di stati…attraverso questo è possibilemigliorare tecniche che esistono da tempo come: ladesensibilizzazione sistematica ed il condizionamentoclassico. In questo caso i soggetti erano condizionatiad associare un profumo gradevole a sensazioni disicurezza e autocontrollo.

In realtà la trance ipontica è molto molto di più, macomunque benvengano gli “ibridi” se permettono ametodiche datate (come quelle comportamentali)di diventare ancora più efficaci. A quanto pare gliottimi risultati ottenuti da questa ibridazione sonostati pubblicati sulla rivista “International Journal of Clinical and Experimental Hypnosis“…

Il PTSD è uno dei disturbi più comuni e anche piùdebilitanti che ci possano essere. Per questo motivonegli ultimi anni tecniche come l’EMDR, l’EFT, REMe altre…hanno iniziato a spopolare fra terapeuti edistituti ospedalieri. Bisogna comunque tenere semprea mente che la cosa varia moltissimo da persona apersona e che l’entità di alcuni traumi necessita diun processo più soft di altri…

Se hai domande a riguardo, scrivile qui sotto fra icommenti e se vuoi seguire il mio blog, fallo dai mieifeed rss o dal profilo di facebook.

A prestoGenna