Ciao,

fai uso di tecniche e metodi per apprendere efficacemente? allora di certo saprai che all’inizio, inserire queste tecniche nel proprio repertorio di strategie e abilità inconsce (cioè automatiche) non è così semplice. Infatti necessita molta buona pratica prima che si possano padroneggiare menmotecniche come quella “delle schede” in modo automatico.

Personalmente le utilizzo poco ed ho comunque ottenuto dei buoni risultati quando le ho applicate per i miei studi. Ma di certo non sono diventate un automatismo! Nella ANL di questa settimana ti mostro 7 pratici e facili consigli per migliorare la memoria…”senza esercizio“.

L’Hai ascoltato? questa serie di consigli sulla memoria arrivano dritti dritti dalla sperimentazione in psicologia e sono stati raccolti dal bellissimo Psyblog. Che come PsiNeL ha l’intento di migliorare la vita delle persone con la psicologia, attingendo da fonti autorevoli e scientifiche. Ma torniamo al nostro “apprendimento”… come ti dicevo nell’audio, ogni volta che devi imparare a fare qualcosa meglio ti scontri con i tuoi automatismi. Prima che unnuovo comportamento diventi automatico è necessariofare un certo numero di prove ed errori.

Lo stesso vale per le menmotecniche, la regola èsemplice: da più tempo svolgi quel compito e maggioresarà lo sforzo per migliorarlo modificando azioni,comportamenti e convinzioni legate a quel compito.Insomma un “gran da farsi” che però bisogna proprioammetterlo “paga”. Nella Audio Nesletter (ANL) diquesta settimana ti mostro alcuni consigli scientificisu come incrementare la tua memoria con un minimosforzo.

Ecco le “7 dritte” per aumentare la memoria:

 

1) Quaderno: come sempre procurati carta e penna e ancora meglio se hai un quaderno apposito per seguire la ANL. Il primo consiglio serve per sviluppare quella che viene definita “memoria di lavoro”… questa può essere visualizzata come una scrivania sulla quale vengono posti tutti i compiti che dobbiamo svolgere. Ciò che studi arriva su questa scrivania e in base alla profondità di elaborazione finisce o nella memoria a breve o in quella a lungo termine. Ora viene da se chese questo meccanismo è efficiente anche la memorizzazionee il lavoro su tali dati diviene più efficiente.Potrei paragonarla alla RAM del Pc…

Yago e Fujiara hanno scoperto che se le persone, dedicano 20 minuti alla settimana a scrivere i loro problemi su un pezzo di carta, dopo 5 settimane hanno un significativo aumento del funzionamento della memoria di lavoro.Gli psicologi non hanno capito perché questo esercizio funzioni ma di certo ne hanno misurato l’efficacia.

2) Scena della natura: come ti ho descritto in passatoguardare una scena della natura, vederne una riproduzione o anche solo immaginarla aumenta diverse abilità cognitive,memoria in primis. Trascorrere del tempo immerso in una scena della natura migliora significativamente la tua memoria.

Inserisci nel tuo luogo di studio immagini di paesaggi naturali, passa più tempo immerso nel verde ed utilizza questi paesaggi come immagini mentali per rilassarti.

3) Parlare ad alta voce: Se vuoi ricordare qualcosa di specifico che si trova in mezzo ad altre informazioni, dille semplicemente ad alta voce. Questo semplice espediente,come descritto in questo studio, aumenta il ricordo del10%… apparentemente una bassa percentuale ma che,durante la sperimentazione si è dimostrata essere significativa.

4) Meditare un pochino: la meditazione ha diversi effetti positivi sia sul nostro corpo che sulla nostra mente. Fra questi effetti c’è quello di migliorare la concentrazione e quindi la memoria. Ma come dimostrano gli studi non è necessariofarlo per anni, ti bastano 4 giorni di esercizio per 20 minutial giorno per iniziare a vedere gli effetti positivi. Ti consiglio comunque di farlo con molta più frequenza,e non solo per la tua memoria 😉

5) Predici i tuoi risultati: chiedere a te stesso se ricorderai o meno qualcosa influenza il tuo ricordo. Questo è il risultato di alcuni interessanti esperimenti condotti da Meier, il quale ha scoperto che le persone a cui è stato chiesto se sarebbero state in grado di ricordare qualcosa o meno …erano poi in grado di ricordare molto di più delle altre persone alle quali non era stato chiesto. Questo, secondo gli studi aiuterebbe al 50% in più rispetto a chi non aveva fatto la previsione.(Ndr. nell’audio ho sbagliato questo è il risultato giusto dell’esperimento).

6) Usa il corpo per stoccare: Abbiamo più volte visto come la coscienza sia incarnata nel corpo. Se, ad esempio, lasci che i bambini gesticolino questo aumenterà il loro grado di apprendimento. Ma non vale solo per loro come scoperto da alcuni ricercatori che hanno tentato d’insegnare i verbi giapponesi a madre lingua anglosassoni. Le persone che utilizzavano maggiormente i gesti erano anche quelle che apprendevano meglio.

7) Usa il tuo corpo per ricordare: uno studio davvero interessante, anche se leggermente fuori tema, ha dimostrato che la memoria viene influenzata dalla posizione che si sta tenendo con il corpo. Se lo teniamo verso il basso, cioè chiusi, siamo più propensi ai ricordi negativi, mentre se lo teniamo aperto e alto siamo più propensi a quelli positivi.

Gli stessi studi sono stati fatti sulla chiusura del corpo, come il famoso braccia o gambe incrociate. Anche qui ci sonoevidenze della differenza nell’apprendimento.

A questo punto i consigli sono finiti ma ci sono ancora alcune cosette importanti da conoscere se vuoi aumentare la tua memoria. La prima è che anche l’esercizio fisico aumenta la capacità della memoria e la seconda è che, se non si fa pratica probabilmente non si avranno grandi risultati.

La memoria “non è un muscolo” nel senso che possa essere “aumentata in termini di spazio”, ma si può imparare come utilizzarla al meglio…e ti assicuro che la usiamo davvero poco e male rispetto al nostro reale potenziale.

A presto
Genna