Ciao

ti sei mai trovato nell’imbarazzante situazione dove un così detto “mago” ha cercato di “indovinare”qualcosa su di te…e ci ha anche beccato? E magari la stessa sera ha individuato diverse caratteristiche di molte persone presenti?

Forse il migliore al mondo a fare questa cosa, si chiama Derren Brown…ed è un prestigiatore, mentalista che utilizza ipnosi, pnl e altre tecniche interessanti. Se non lo hai mai visto guarda questo video pazzesco:

Regina fra queste c’è l’arte del Cold Reading…come individuare alcune caratteristiche personali di chi ti sta di fronte, senza che ti venga detto nulla…un po’come nel programma “i soliti ignoti”, dove viene chiesto di capire il lavoro delle persone che vengono presentate. Il Cold Reading ha raggiunto un grado di finezza davvero elevato.

Ma come funziona?

Le “abilità base” da apprendere sono molte, come determinati “trucchetti linguistici”, ma qui ti parlo delle 3 “principali” che si intrecciano fra loro:

1. Una Conoscenza “statistica” di determinate caratteristiche che mescolano la conoscenza ingenua(ad esempio un “immobiliarista” non va in giro con le scarpe da ginnastica) con dettagli più fini e studiati (come sapere che un determinato lavoro determina determinati segni fisici: calli, distorsioni ecc..ecc.).

2. Un linguaggio ambiguo usare un modo vago di descrivere le cose ed anche un’intonazione vaga. Come ad esempio “sento che lei potrebbe essere sposato giusto?” se la persona risponde in modo affermativo ecco che conferma la domanda, ma se risponde in modo negativo si va avanti come se non fosse successo nulla.

Questo attiva anche un fenomeno stravagante, il fatto che il ricordo successivo dell’evento remi a favore di ciò che hai azzeccato. Quindi il soggetto si dimenticherà dei fallimenti, anche perché ci passi sopra, e terrà a mente i successi.

3. Abilità di Calibrazione Comprendere lo stato del proprio interlocutore in modo estemporaneo(momento per momento).

[Da evitare di confondere con la “lettura del pensiero” cioè presupporre di conoscere lo stato interno dell’interlocutore.]

Forse conosci la famosa storia di Milton Erickson, dove ilsimpatico vecchietto fa nascondere un oggetto all’internodell’ospedale per poi ritrovarlo attraverso i”segnali minimi non verbali” della mano.

Hai visto il mago Berry…o qualcun’altro fare qualcosa del genere? Tengono per mano la persona che ha nascosto l’oggetto e dando piccoli strattoni, in tutte le direzioni per calibrare, si fanno accompagnare per la sala ritrovando l’oggetto nascosto.

Erickson fu vittima di 2 terribili attacchi di polio, il primo lo tenne a letto per lungo tempo, completamente paralizzato riusciva a muovere solo gli occhi.

Erickson doveva “far passare il tempo” (così racconta) inmolti suoi lavori e per farlo ha iniziato a studiare lacomunicazione verbale e non verbale dei proprifamiliari.

Con una famiglia numerosissima, ben preso riuscì adistinguere ogni famigliare in base ai passi, ai rumori e ailoro respiri. Nonostante i tanti difetti percettivi fisiologiciriuscì a sviluppare un’acuità sensoriale incredibile.

Un altro aneddoto divertente, che trovi nel bellissimo libro”La Mia Voce ti accompagnerà“, racconta che Erickson ungiorno, passando davanti ad una fabbrica che producevaboiler, vide che, nonostante ci fosse un rumore infernalegli operai riuscivano a parlare fra loro.

Erickson entrò e chiese di poter restare lì per terra a dormire.Si finse uno studente in medicina (probabilmente lo era già)che doveva studiare gli effetti dei rumori sul sonno.Dopo un pò d’insistenze gli diedero la possibilità di farlo.

Al risveglio Erickson, guardando due operai accanto a luili sentì dire: “ma guarda questo tizio…è tutto matto”.Nel giro di una notte Erickson era riuscito ad “abituarsi” alrumore eliminandolo, adesso poteva ascoltaregli operai parlare.

Lo scopo di questo post non è quello di metterti in guardia nei confronti dei cialtroni…ma quello di scoprire che esistono anni di studi dedicati a come “fregare la gente” 😉

…il Cold Reading…e che, le abilità che si possono ottenere studiando questa materia sono davvero utili.

Sia che tu voglia partecipare ai soliti ignoti sia che tuvoglia di avere maggiore successo nella vita…studiare ilcold reading… può diventare davvero di grande interesse.

Il semplice “allenamento” all’osservazione aumenta le tuedoti “naturali” di calibrazione.

Ti consiglio l’unico libro italiano sull’argomento…è edito dalCICAP e puoi trovarlo sul loro sito.

Spero di averti incuriosito…se vuoi seguire il mio blog iscriviti ai miei Feed

A presto
Genna