Ciao,

l’ audio newsletter di questa settimana è una vera e propria bomba dello sviluppo personale perché fonde insieme alcune delle più potenti tecniche di PNL per raggiungere gli obiettivi e in più, in vero stile PsiNeL, aggiunge i risultati delle ricerche accademiche nel campo della psicologia della motivazione.

Quante volte hai sentito dire che se pre-vedi,cioè ti visualizzi mentre ti godi il fatto di aver già raggiunto il tuo obiettivo questo aumenterà la probabilità che tu lo possa raggiungere? In parte è vero, ma una vasta mole di ricerche prova che è molto meglio se ti vedi mentre raggiungi il tuo obiettivo e non quando lo hai già fatto…

L’hai ascoltato? una bella gatta da pelare eh? 🙂 Ora sonocerto che avrai compreso perché ho concluso in quel modo il paragrafo precedente.

Come sempre ti ricordo chequesto esercizio non è una bacchetta magica, ma ha comeobiettivo quello di allineare i tuoi livelli logici in modo nonlogico, quindi emozionale. Se sei già esperto di PNL tiverrà semplicissimo, se la conosci “così così” sarà un pòpiù impegnativo…mentre se sei completamente a digiunonon ci avrai “capito una mazza” 🙂 per cui…

clicca qui per ascoltare un esempio di “collasso energeticodelle ancore”, cioè di quella fase in cui individui le sensazionie le fai spostare nel tuo corpo. E, clicca qui per comprenderemeglio che cosa s’intende per “livelli logici“… con questepiccole risorse hai a disposizione tutto il materiale per potersvolgere l’esercizio nel migliore dei modi.

Vediamo la struttura dell’esercizio:

1) Stabilisci un obiettivo: “setta un obiettivo” o una”direzione ben formata” di dove vuoi andare di preciso.Trova qualcosa di ambizioso e “bruciante”…qualcosa che desideri davvero.

2) Coerenza dei livelli logici: prendi carta e pennae analizza la coerenza fra i livelli logici. Hai l’ambientegiusto? hai le abitudini adatte? hai le abilità e le risorse?quali convinzioni hai che ti porteranno a raggiungere iltuo obiettivo? e quali sono i valori legati ad esse? scrivitutto…

3) Riassumi con una parola: ora prendi tutto quelloche hai scritto per ogni livello logico e riassumilo in unasola parola. Puoi farlo anche con una immagine o unsimbolo, ma solo se sei già abituato a fare queste cose.

4) Percepisci l’obiettivo: guarda il tuo obiettivo ed immaginati mentre “fai tutto quello che dovresti fareper raggiungerlo”, fallo in modo dissociato. Mi raccomandoevita di vederti “solo” raggiungerlo… la cosa più importantee che tu ti veda fare tutto il processo. E mentre lo fai,senti distintamente dentro di te dove sono le sensazioni legate a questo processo. Senti dove si trova la sensazione.

5) Tutti i livelli cinestesici: prendi le parole con le quali hai descritto i livelli logici, leggile e ripetile dentro di te edindividua in quale parte del corpo le percepisci. Percepisciledentro di te una ad una, in modo da distinguerle l’unadall’altra… fidati del tuo istinto, il primo posto in cui lapercepisci, di solito, è quello giusto.

6) Collassa le sensazioni: ora percepisci dove si troval’obiettivo e “buttaci dentro” le sensazioni legate ai livellilogici. In pratica immagina di spostare le sensazioni legateai “livelli logici”, da dove le senti a dove si trova lasensazione legata all’obiettivo. Immagina che si fondinoinsieme in una super mega sensazione unica.

7) Epandi e ricalca nel futuro: espandi questa supersensazione ed immaginati con questa sensazione nelfuturo quando avrai raggiunto il tuo obiettivo e chiediti:come mi sentirò e che cosa farò quando avrò raggiuntoquesto obiettivo? ultimo punto, il più importante, faiil primo passo verso il tuo obiettivo (usa la tecnicasegreta MiC che sta per Muovi il Cu…o!

Esercizio potentissimo no? Scommetto che qualchesuper teorico dei livelli logici si sta chiedendo “ma cavolomanca un passaggio”, cioè il livello legato alla “mission” oquello “spirituale”… questo livello, nell’esercizio è copertodall’ obiettivo che diventa mission 🙂 Mentre ripetil’esercizio (si perché più lo fai e meglio è) evita di fartitroppe seghe mentali, fallo in modo semplice senzaesagerare con la precisione… “fallo e basta” e fidati del tuo inconscio 😉

A presto
Genna