Ciao,

qualche tempo fa ti ho raccontato dello studio, tutto italiano, sull’orecchio che ascolta maggiormente. Oggi voglio parlarti sempre di spazialità, ma in modo particolare di come i movimenti da “sinistra a destra” vengano percepiti come “più forti”.

Se ti piace il calcio fai l’esperimento da te, guarda alcuni goal su youtube e valutali pensando a quanto possano essere stati forti da 1 a 10. Poi torna indietro e osserva quale è stata la direzione “generale” del goal. Noterai che quelli che ti sono apparsi come “maggiormente forti” erano quelli che seguivano un movimento da sinistra a destra.

Non è un caso che la maggior parte delle prestazioni di tipo atletico siano riprese dalla tv, da sinistra verso destra. Tuttavia qualcuno potrebbe pensare che funzioni così per motivi legati alla Time-line personale ma lo studio dice qualcosa di diverso.

Il risultato più sorprendete in questi studi è che questo “errore della mente” (bias) affondi la sue radici nel linguaggio.

L’evidenza arriva da questo studio che ha osservato come chi scrive e legge all’opposto di noi occidentali, come gli Arabi ha “l’errore invertito” e quindi percepisce con più forza, ad esempio, un pugno dato da destra verso sinistra. Non so se hai mai letto un fumetto giapponese, ad esempio,è completamente al contrario…

Ancora una volta questi studi dimostrano quanto è importante il linguaggio per una cultura. E che esso determina non solo le categorie che crei ma anche le azioni che sono legate a quelle categorie, e questo accade in modo conscio o inconscio. Infatti non penso che gli Arabi siano coscienti di questo fenomeno.

Gli studi in “questo senso” non finiscono qui, infatti Anna Maas della Università di Padova ha provato che, la gentetende a guardare le cose a sinistra per prima. Ma soprattutto che la percezione sinistra è collegata adalcune caratteristiche e la destra, chiaramente ad altre.

La sinistra sarebbe collegata alla forza, alla decisione e alla azione. E’ come se questo spazio avesse una maggiore forza su di noi (italiani ed occidentali). Tutte caratteristiche che sono attribuibili allo stereotipo maschile…non per nulla ci sono: Adamo ed Eva, Homer e Marge…e Wilma e Fred;-)e mai, o quasi il contrario…(un esempio che mi viene è Darma e Greg ;-))….

Concludendo: se devi “far finta” di dare un pugno è sempre meglio che tu glielo dia da sinistra verso destra. Oppure se devi confezionare un brand, ricordati che il nome dell’uomo va a sinistra…e infine se hai una vetrina, ricorda che il prodotto che vuoi venga percepito come “più forte”dovrebbe stare a sinistra…e non come nel mio blog.

Ti è piaciuto il post? allora scrivi un commento qui sotto!

A presto
Genna